Un insolito spazio per teatro, musica e arti visive. E Lucio Dalla lo adotta

Un insolito spazio per teatro, musica e arti visive. E Dalla lo 'adotta'. Foyer-Navile: i nuovi talenti hanno una culla. È UN TEATRINO per spettacoli "di ricerca" da 60 spettatori alla volta. Ma anche atelier per mostre d'arte d'ogni tipo. È sede di una scuola di teatro. Ma anche luogo ideale per musicisti e cantanti che qui possono esibirsi in piena libertà. E al cantautore bolognese per eccellenza, Lucio Dalla , il posto è piaciuto tanto che l'ha praticamente adottato: qui farà alcune prove, ma soprattutto darà spazio ai giovani cantanti della sua scuderia, la Pressing, ora più che mai a caccia di nuovi talenti. Vicino alle Due Torri è nato un nuovo luogo per l'arte e lo spettacolo: .si chiama Teatro del Navile - Foyer d'Arte ed è stato inaugurato ieri sera con la mostra di artisti lettoni, russi, estoni "C'era una volta l'URSS" . Si trova in via Marescalchi, quasi all'angolo con via D'Azeglio. Fino a qualche tempo fa era la sede della Galleria d'Arte del Caminetto , prima ancora, negli anni '50-'60, era un ristorante, la Buca Genasi , vero e proprio cenacolo di artisti, soprattutto quelli di passaggio da Bologna e alloggiati al vicino hotel Roma. "II Circolo Arci Alle Rive del Reno lo ha completamente ristrutturato facendone una sede distaccata e ora noi lo gestiamo" spiega Nino Campisi , regista-attore, fondatore della Compagnia Teatro del Navile e direttore della Scuola di Teatro. Oltre ad accogliere le rappresentazioni di teatro di ricerca e i saggi degli allievi attori della scuola, questo spazio diventa la culla per giovani musicisti. "Lo utilizzeranno gli artisti della Pressing che sta proprio qui a 10 metri- spiega Lucio Dalla -. I Clessidra verranno qui a fare prove, altri musicisti proveranno l'impatto con il pubblico. Qui si potrà lavorare senza quelle selezioni e quella retorica tipiche dei locali dove si fa musica, si lavorerà in modo artigianale. Avevamo proprio bisogno di un posto così". Dalla è entusiasta e non fa nulla per nasconderlo. "I giovani hanno bisogno di spazi in cui sperimentare". La Pressing cura una rassegna, "Musicainteatro" : primo appuntamento è con Stefano Alberello e Nino Campisi il 16 ottobre. In novembre ci saranno il cantautore marchigiano Stefano Fucili e il chitarrista napoletano Alf De Pietro , in dicembre Armando Dolci, "artista trentenne, anomalo, che ricorda il Lucio Dalla dei primi tempi" spiega Marcello Balestra della Pressing. Oltre alla musica, il teatro: dalla compagnia Ziggurat che il 9 ottobre presenta "II guardiano" di Harold Pinter a Massimo Manini in "Il signore delle fiere" , da Maria Grillini in "Sette Bellezze" con il gruppo La Violina a Massimo Malucelli e Francesca Mazza. E poi l'arte, con una rassegna di mostre curate da Enzo Rossi Roiss, e gli incontri con gli attori ( Delia Boccardo sarà la prima il 22 ottobre). Per entrare al Teatro del Navile occorre essere soci e la tessera costa 5.000 lire. Per il resto si pagano solo gli spettacoli teatrali (a 15.000 lire). Marina Amaduzzi, da La Repubblica , sabato 3 ottobre 1998 #archiviostorico #1998 #luciodalla #ninocampisi

Image: Sachiko Yanamoto in "Yabu no naka" di Akutagawa Riunosuke

Una regia di Nino Campisi 

Una produzione Teatro Del Navile - Scuola di Teatro Nino Campisi