• Admin

Luci e ombre della ribalta - 2011


Simona Ortolani

Martedì 28, mercoledì 29 e giovedì 30 giugno 2011, alle ore 21, al Teatro del Navile, nell’ambito di Destate i Sogni Festival, il Teatro del Navile e la Scuola di Teatro diretta da Nino Campisi presentano “Luci e ombre della ribalta” di Jean-Paul Alègre, con Agnese Corsi, Milena Cortelli, Francesco Di Nubila, Luca Vallone, Simona Ortolani, Francesco Castellana, Fabio Garau, Leonardo Galotto, Marcello Melgiovanni. Traduzione di Luigi Lunari, costumi a cura di Milena Cortelli. Regia di Nino Campisi.

Rappresentato nel mondo da più di 250 compagnie, “Luci e ombre della ribalta (La ballade des planches) è il testo che ha portato l’autore francese al successo internazionale. Tradotto da Luigi Lunari, il fortunato testo di Alègre approda per la prima volta in Italia nel novembre del 2007 con la regia di Nino Campisi. Nella primavera del 2009 l’opera di Alègre entra a far parte dei piani ufficiali di studio sulla drammaturgia francese della prestigiosa Università di Havard, accanto a grandi autori del teatro classico e contemporaneo come Molière, Racine, Marivaux, Musset, Hugo, Sartre, Camus, Beckett.

Questa nuova produzione di “Luci e ombre della ribalta” vede in scena i giovani attori del primo anno di corso della scuola di teatro alla prese con una commedia satirica che affronta le assurde situazioni che si possono verificare su un palcoscenico. Con brevi ed esilaranti scene, il meta-teatro di Alègre si sussegue a un ritmo vorticoso presentando personaggi, attori e attrici, presentatori, registi e direttori artistici, e infine anche il pubblico, coinvolti in un gioco di ribaltamenti di senso e calembour linguistici sul mondo dello spettacolo. Insieme a situazioni di teatro nel teatro, allo humour e ai giochi di parole, sono esplicitati diversi possibili percorsi e i ruoli tra gli attori sono spesso intercambiabili. Ciò che conta è il palcoscenico, lo spazio sacro in cui l’attore è tenuto a dare il meglio della sua arte, senza ipocrisie né sotterfugi. E alla fine è sempre il pubblico che decide.

Jean-Paul Alègre, nato nel 1951 è tra gli autori più rappresentati in Francia. Le sue opere sono state tradotte in più di venticinque lingue e presentate in più di quaranta paesi. Le sue opere sono pubblicate in Francia da l'Avant-Scène Théâtre. In Italia è stato presentato per la prima volta al Teatro del Navile di Bologna nel novembre del 2007 da Nino Campisi che messo in scena “Luci e ombre della ribalta” (La ballade des planches) con la traduzione di Luigi Lunari e in seguito nell’aprile del 2009 “Giochi di palcoscenico” (Jeux des planches). Nel 2003 Jean-Paul Alègre ha ricevuto il Prix de Lyon des Auteurs de Théâtre per il testo “Lettres Croisées”, nel 2004 l'Académie française lo ha insignito con il Prix Emile Augier per “Agnès Belladone”. E' Presidente del Centre des bords de Marne, Scène Conventionnée du Perreux-sur-Marne, il grande complesso culturale dell'est parigino. E' stato presidente dell' EAT (Ecrivains Associés du Théâtre) dal giugno del 2006 al gennaio del 2011. Dal giugno del 2010 al giugno di quest’anno è stato amministratore della sezione teatro della SACD (Società degli autori e compositori drammatici). Attualmente è vice presidente della Sacd e presidente della sezione spettacoli dal vivo. Nel giugno del 2011 è stato nominato altresì presidente della sezione teatro. Jean-Paul Alègre è cavaliere dell'ordine delle arti e delle lettere.

Teatro del Navile - Via Marescalchi 2/b - Bologna - (Ang. Via D’Azeglio 9 zona pedonale) Tel: 051.224243 - Ingresso riservato ai soci: tessera Euro 1,00-Biglietti: Intero Euro 10,00 -Ridotto giovani, anziani, Euro 8,00-Ridotto Scuola di Teatro: Euro 5,00 – Biglietteria: ore 20 - inizio spettacoli ore 21.

#video #videoscuoladiteatro #jeanpaulalègre #2014

  • Facebook Basic Square
  • Google+ Basic Square
Please reload

© 2019  Teatro del Navile - Nino Campisi

Immagine di fondo: La sala Borsa di Bologna nel dicembre del 2005 durante le repliche di "Ritratto del Novecento" di Edoardo Sanguineti, con Nino Campisi e gli allievi della Scuola di Teatro.

Regia di Giuseppe Bertolucci e Luisa Grosso, coordinamento attori Nino Campisi.

Please reload